3 workshop per TOG


Laboratori di digital fabrication per la quinta giornata aperta di TOG


Autore

OpenDot

Committente

TOG

Data

Ottobre 2016

In occasione della 5a giornata aperta di Fondazione TOG, OpenDot ha organizzato tre workshop per i bambini e le loro famiglie: dalla stampa 3D con un dito ai PuPazzi DIY, passando per un divertente laboratorio in cui i bimbi dovevano creare i propri autoritratti a partire da elementi in feltro tagliati a laser. Una bellissima giornata di solidarietà e attività a sostegno della Fondazione, a cui OpenDot è stato felicissimo di partecipare per creare un po’ di magia e stupore grazie alla tecnologia.

/ Autoritratti di feltro
Chi sono i bambini di TOG e come si vedono? In occasione della quinta giornata aperta della Fondazione, bambini e famiglie si incontrano nei corridoi della Fondazione. Per l’occasione OpenDot ha organizzato un’attività per creare un grande ritratto collettivo che raffiguri tutti i 107 bambini che frequentano il centro. Una pinboard piena di “nasi” aspettava solo gli autoritratti dei bambini, chiamati a disegnarsi attraverso la composizione di elementi in feltro colorato e precedentemente tagliato a laser. Fate turchine, streghette, ritratti rigorosamente rossoneri, baffoni e grandi sorrisi, gote rosse e capelli che diventano sciarpe… La fantasia e creatività non ha limiti e questi sono solo alcuni esempi di come i bimbi di TOG si vedono o si immaginano.

/ Stampa 3D con un dito
Le nuove tecnologie sembrano complesse e inaccessibili e spaventano più i genitori dei bambini, ma a volte basta un dito per scoprirle. Sembra una magia invece si chiama tecnologia: la stampa 3D con un dito è possibile grazie ad un software per tablet dall’interfaccia semplice e divertente. Con un dito si può disegnare, ingrandire, ruotare, allargare ed estrudere i prori disegni che da 2D si materializzano in un attimo in 3D… niente bacchette magiche, basta un clic!

/ PuPazzi DIY
Spesso i bambini con patologie neurologiche complesse presentano aspetti di immaturità nel sistema visivo, per questo motivo diventa molto importante una stimolazione adeguata attraverso l’utilizzo di oggetti e giochi dotati di particolari caratteristiche nella forma, nel colore e nel pattern. Oggetti morbidi e facili da afferrare, creati a partire da forme semplici, contrastati nel colore e con fantasie a scacchi, pois o linee, sono caratteristiche fondamentali per stimolare il piacere dell’utilizzo della vista, motivando il bambino a cercare nuove forme di esplorazione dell’ambiente e ponendo le basi di quello che sarà lo sviluppo della coordinazione oculo-manuale.

Chi meglio dei genitori conosce i gusti e le preferenze dei propri figli? E cosa c’è di meglio se non disegnare il pupazzo perfetto per loro, insieme a loro?
Sotto la guida di terapisti e maker, le famiglie di TOG hanno realizzato una bellissima e coloratissima serie di “PuPazzi DIY” dalle forme semplici, morbide e dai colori contrastanti. Puppet artigianali realizzati attraverso un processo digitale, grazie all’utilizzo della macchina ricamatrice a controllo numerico e al Moleskine Smart Writing Set.
Il risultato è un pupazzo totalmente personalizzabile in forma, colore e decorazioni per un gioco unico e dall’aspetto decisamente artigianale!