DDMP – Distributed Design Market Platform


Un'alternativa per maker e designer all'attuale sistema di produzione e distribuzione di oggetti


Autore

Stichting Pakhuis de Zwijger, P2P Lab, Re:Publica, Happy Lab Vienna, Danish Design Centre, NYSKOPUNARMIDSTOD ISLANDS, Copenhagen Maker, Espacio Open, PoliFactory, OpenDot, Ars Longa, Fred and Company

Committente

Creative Europe

Data

Novembre 2018-Ottobre 2021

OpenDot entra a far parte del network DDMP – Distributed Design Market Platform insieme ad altri 12 partner europei per creare insieme uno spazio di scambio e connessione tra maker, designer e imprese con l’obiettivo di diffondere un nuovo modo di progettare, per un design aperto, prodotto localmente, distribuito globalmente e sostenibile.

DDMP è una piattaforma che vuole aggregare progettisti per diffondere il Distributed Design, ovvero tutto ciò che nasce dall’intersezione tra il making e la digitalizzazione della disciplina del design, per accorciare le distanze tra produzione e distribuzione e favorire la collaborazione globale tra maker e designer. Il progetto, finanziato dal programma Creative Europe e promosso dallo IAAC di Barcellona, ambisce a dar vita a un vero e proprio movimento per creare un’alternativa all’attuale sistema produttivo-distributivo, che sta diventando progressivamente sempre meno sostenibile, e favorendo una maggiore consapevolezza collettiva. Negli ultimi anni, sempre di più il mondo digitale e le community on-line rappresentano un’alternativa e un importante mezzo di diffusione di conoscenza e innovazioni sostenibili: l’uso delle tecnologie digitali permette a tutti di fondere l’unicità del prodotto artigianale con la produzione locale, su misura, in serie e a basso costo.

Il passaggio necessario oggi, di cui DDMP si fa promotore, è quello di diffondere sempre di più questo sistema anzitutto spostando il focus dalla Mass Production in favore della Mass Distribution. I partner del progetto, iniziato nel 2017, portano avanti attività di formazione attraverso workshop, residenze d’artista, summer school in tutta Europa e organizzando occasioni di scambio e networking tra Spagna, Portogallo, Austria, Islanda, Olanda, Danimarca, Germania, Grecia, Regno Unito, Ungheria, Francia e Italia, con OpenDot e PoliFactory.

Noi di OpenDot ci focalizziamo sul tema del Design for Care partendo a marzo con una Open Call for Needs rivolta ad associazioni di pazienti o fondazioni in ambito healthcare, bisogni reali attorno ai quali maker e designer svilupperanno delle soluzioni durante la Health&Care Summer School a luglio 2019.